MILANO – “Non si lascia nessuno indietro”

    0
    3

    Lo spettacolo teatrale “Non si lascia nessuno indietro” racconta il passato, il presente e il futuro degli alpini. Accade a Vigevano, dove un regista di talento come Mimmo Sorrentino vuole raccontare gli alpini di oggi, incuriosito dalle motivazioni della nostra Associazione. Dal confronto con i soci capisce che senza raccontare la storia degli alpini non si può comprenderli.

     

    Ne nasce un lavoro di ricerca appassionato e privo di preconcetti: la centralità della nostra storia viene confermata e messa in luce da un monologo dell’attore Luca Cavalieri, che interpreta un ideale “primo alpino” e poi suo figlio. Attraverso i loro occhi si racconta la storia della nascita degli alpini, del capitano Perrucchetti e del generale Pianel, del generale Ricotti Magnani, poi del capitano Menini e del “vecio” Toni, di Caporetto e poi della Russia: di generazione in generazione la storia degli alpini che ha fatto la Storia d’Italia.

    Il racconto è impreziosito dai canti eseguiti non da un coro, ma da semplici alpini, armonizzati da un maestro di musica, Luca Fogarolo. Alla fine il presente degli alpini: viene data voce all’esperienza di chi ha partecipato con la Protezione Civile agli aiuti alle popolazioni colpite dal terremoto che ha colpito il Centro Italia. Lo spettacolo è stato molto apprezzato e inserito nella stagione teatrale del civico teatro “Cagnoni” di Vigevano, ripreso da una troupe del Tg3 Regione Lombardia che lo ha messo in onda durante il telegiornale.

    Verrà riproposto su richiesta dell’amministrazione comunale nelle scuole, mentre già alcune Sezioni dell’Ana hanno dichiarato interesse a diffonderlo. La sua scheda è inserita sul nostro sito www.https://www.ana.it nell’area dedicata agli spettacoli teatrali. L’interesse e la partecipazione della cittadinanza allo spettacolo dimostrano la credibilità della nostra Associazione che con coraggio si racconta anche utilizzando linguaggi nuovi ed accattivanti come questo.