MILANO – La fanfara itinerante

    0
    48

    La fanfara Ana “Piercarlo Cattaneo” di Magenta anche quest’anno è stata protagonista all’Adunata nazionale, non solo a Udine, ma anche nelle vicine storiche località. A cominciare dal sacrario di Redipuglia, dove con grande emozione ha reso gli onori ai Caduti che vi riposano e Il Silenzio è stato un momento toccante.

    La sera la fanfara ha ricevuto gli applausi per le vie di Grado, esibendosi in concerto con la banda locale. Sabato, dopo una visita al castello di Miramare, ha sfilato a Trieste, dalla stazione alla piazza Unità d’Italia e al famosissimo Molo Audace. Da Trieste, la fanfara si è recata ad Aquileia, dove ha avuto il privilegio di suonare nella basilica Santa Maria Assunta, famosa per i suoi mosaici, eseguendo Il Silenzio e Signore delle Cime. Poi, al Cimitero degli Eroi, ha reso gli onori alla tomba della Mamma d’Italia strappando qualche lacrima con le parole toccanti del sindaco e del capo fanfara Castiglioni.

    Domenica, infine, la grande sfilata dove la fanfara si è distinta sfilando per ben due volte: la prima accompagnando al mattino la Sezione Abruzzi e la seconda con la Sezione di Milano. Il capo fanfara ha ringraziato tutti per la bella figura fatta ma soprattutto ha elogiato i sette ragazzi che hanno avuto il “battesimo del fuoco” all’Adunata: con compostezza e fierezza che raramente si vedono negli adulti, hanno affrontato con una classe da veterani le varie emozioni della trasferta.

    La fanfara Ana Magenta ricorda che sono sempre aperte le iscrizioni per entrare nella sua grande famiglia presso il Gruppo di Magenta (magenta.milano@ana.it) in via Milano 272, il martedì sera.