Lo zio “ritrovato”

    0
    14

    L’anno scorso quasi per una scommessa personale complice la ricorrenza dei cento anni sono andato alla ricerca di uno zio morto nella Prima guerra mondiale e di cui io essendo nato molti anni dopo non avevo che notizie approssimative. Non avevo riscontri se non il nome Natale, Biagio ho cercato e trovato la data di nascita ho quindi mandato una mail al sito Onor Caduti dalla quale ho ricevuto in brevissimo tempo tutte le notizie che i fratelli dello zio morto non hanno avuto se non in modo approssimativo. Lo zio mi comunicano che è morto il 22 ottobre 1918 di terzana maligna in un ospedale da campo in Albania e traslato poi nel Sacrario dei Caduti d’Oltremare di Bari, pensare che io l’avevo cercato a Redipuglia. Non posso che ringraziare la premurosa risposta alla mia richiesta di notizie da parte di Onor Caduti. Qualche mese dopo un mio amico sapendo della mia ricerca ed essendo in vacanza in Puglia è andato al Sacrario dove ha trovato la celletta dello zio Natale mandandomi la foto, dicendomi: “Ora lo zio, dopo cento anni, è meno solo”. Infinitamente grazie.

    Piermario Fraire

    Onore a “Onor Caduti” che davvero sta operando con grande sollecitudine e tempestività nel dare riscontro alle domande che si inoltrano. Ricordo anche che la terzana maligna, se qualcuno non lo sapesse, è una forma grave di malaria.