L’espressione “andare avanti”

    0
    3771

    In occasione della solennità della Virgo Fidelis e di noi alpini invitati per la Messa dall’Associazione Nazionale Carabinieri, il parroco officiante, don Ambrogio Villa, durante la sua omelia ad un certo punto prese ad esempio e si complimentò con la nostra Associazione per l’espressione ritenuta da lui molto bella e che condivido: “andato avanti”. 

     Con la chiesa gremita e le tante Associazione d’Arma presenti, mi sono sentito orgoglioso della citazione e subito mi sono fatto la domanda che ti pongo. Chi l’ha pensata e chi l’ha introdotta nella nostra Associazione? E quando? Presumo un alpino, ebbene non sarebbe il caso di farlo conoscere e omaggiarlo?

    Adriano Lacchin Capogruppo di Gorgonzola, Sezione Monza

    Anch’io come te, caro lettore, sarei felice di conoscere il geniale ideatore di questa espressione, che mi sembra efficacissima sia per ricordare il nostro legame con chi non è più tra noi, ma anche la cristiana certezza che di là non si va per chiudere, ma per continuare a camminare in una nuova dimensione.