La speranza che l’Italia risorga

    0
    29

    In questo particolare momento, rinchiuso in casa, ho visto e letto molto sulle iniziative degli alpini, anche mettendo a rischio la propria vita, si sono prodigati a favore di chi è stato colpito da questa maledetta pandemia. Mi riferisco in particolare alla grandiosa opera dell’Ospedale da Campo di Bergamo, al ripristino di nosocomi dismessi e tante altre iniziative. Non trovo ora aggettivi di elogio da rivolgere a questi attuali angeli con la penna. Mi viene in mente la dedica che ci ha scritto il nostro illustre concittadino il prof. Alessandro Faedo (già Magnifico Rettore dell’Università di Pisa) in occasione della sua visita per l’inaugurazione della nostra sede: “Ritorno a Chiampo e trovo che avete trasformato un luogo di morte per gli animali in un tempio di vita per gli alpini, gli uomini su cui si può sperare che l’Italia risorga”. Quale miglior encomio dedicare in questo momento a questi alpini, “gli uomini che ancora una volta fanno risorgere l’Italia”.

    Armando Sella Gruppo di Chiampo, Sezione di Vicenza

    Caro Armando, far risorgere il Paese dopo questo diluvio è obiettivo che domanda di mettere insieme tante forze, politiche, economiche, sociali, religiose, culturali… Ma una cosa è certa. Se tutti lavorassero con la generosità e la dedizione degli alpini il risultato sarebbe garantito in tempi rapidissimi.