In punta di Vibram: alla Fondazione don Gnocchi già donati 25 mila

    0
    37

    In punta di Vibram, il libro scritto a più mani da un gruppo di allievi AUC della Scuola militare alpina di Aosta sta riscontrando un successo imprevisto. Ne abbiamo parlato nel nostro numero del novembre scorso e anche ne L’Alpino del mese scorso, per annunciare che farà parte di una collana incentrata sulla narrativa alpina. La seconda opera in via di pubblicazione sarà La Cinque, di Filippo Rissotto; il terzo volume in programma sarà Don Gnocchi, alpino cappellano, di Gaetano Agnini.

    I proventi della vendita di In punta di Vibram sono destinati alla Fondazione don Gnocchi, alla quale sono stati già consegnati 25 mila euro e prossimamente sarà versata una somma analoga desunta dalla vendita del libro. Sarà possibile trovare il volume anche a Parma, alla sede della Fondazione don Gnocchi, in via Largo dei Servi oppure ordinandolo all’editore: Edizioni Arterigere Esse Zeta, viale Aguggiari 178 21100 Varese tel. 0332.239678 16,50 spese comprese.