In memoria di Massimiliano

    0
    13

    Lo scorso 3 giugno alla caserma Monte Grappa di Torino, sede del Comando della Taurinense, si è svolta una cerimonia in ricordo del collega e amico Massimiliano Taddeo, il maresciallo “andato avanti” lo scorso 7 aprile in seguito ad un incidente stradale mentre si recava a prestare servizio per l’emergenza Coronavirus. Attenuate le disposizioni relative al contenimento del rischio epidemiologico, il comando brigata della Taurinense ha potuto organizzare il momento in ricordo di Massimiliano, al quale ha partecipato la moglie Rita Melissa Olive, accompagnata dalle due figlie Elisabetta e Giada.

    La Messa, officiata dal cappellano militare don Diego Maritano, si è tenuta all’aperto nel piazzale d’onore, nel pieno rispetto delle disposizioni governative sul distanziamento sociale. Don Diego ha ricordato Massimiliano come un compagno d’armi dinamico, volenteroso, professionale e disponibile, con il quale gli alpini della Taurinense hanno condiviso ideali ed obiettivi, e con la cui famiglia manterranno un legame stretto e profondo. Un sottufficiale che, proprio in quei giorni di aprile, era impegnato presso l’Unità di crisi della regione Piemonte per coordinare, insieme ad altri colleghi, le molteplici attività richieste, supportando la Protezione Civile e contribuendo allo sforzo comune nell’ambito dell’emergenza sanitaria nazionale.

    Al termine della funzione liturgica, le coinvolgenti parole della Preghiera dell’Alpino hanno reso la celebrazione ancor più emozionante, riassumendo in pochi istanti il senso del dovere e del sacrificio di ogni alpino, in armi e in congedo.