Il raduno dei veci del glorioso btg. Monte Cervino

    0
    90

    I reduci del mitico battaglione Monte Cervino si sono dati appuntamento ancora una volta a Cervinia, di fronte alla montagna che ha dato il nome al battaglione.

    E’ una schiera sempre meno numerosa quella che si ritrova ogni anno, da 48 anni, per ricordare e commemorare i tanti che dalla Russia non sono tornati. A testimonianza della continuità dei valori degli alpini paracadutisti, gli onori sono stati resi dai Rangers del battaglione alpini paracadutisti che fa parte del ricostituito 4 reggimento. Fra gli invitati, la signora Imelda Reginato, vedova della Medaglia d’Oro il generale Enrico Reginato, eroe di Russia.


    Momenti della cerimonia a Cervinia.

    I rangers del battaglione hanno voluto ricordare, nella circostanza, il giovane Daniele Sinisi, figlio del capitano della riserva Paolo, mancato alla vigilia d’essere arruolato nel battaglione. Parimenti, mille miglia lontano, in terra irachena, gli alpini parà che si trovano ancora a Nassiriya, hanno deposto un cippo a ricordo della tragica morte del sergente Davide Casagrande, avvenuta un anno fa mentre era in missione di pace. Nel ricordo, sono vicini alla madre del loro commilitone scomparso, Lucia, alla sorella Daniela e alla fidanzata Lisa.


    Il cippo in ricordo di Davide Casagrande.