Il 23 raduno al rifugio Contrin

    0
    59

    Ai piedi della Marmolada, nella magnifica cornice delle Dolomiti di Fassa, una splendida giornata ha coronato l’annuale appuntamento degli alpini al rifugio Contrin. Erano presenti 22 vessilli e 193 gagliardetti, con i consiglieri nazionali Ivano Gentili, Michele Casini e Arrigo Cadore, i vice presidenti della sezione di Trento Covi e Pinamonti con i consiglieri Canestrini, Vaia, Gabrielli e Lona, il comandante della stazione carabinieri di Canazei ed il sindaco di Pozza Alessandra Cloc.

    Dopo il saluto del consigliere nazionale Attilio Martini, presidente della commissione del rifugio Contrin, sono intervenuti il consigliere nazionale Gentili che ha portato il saluto del presidente Corrado Perona, il sindaco di Pozza e il consigliere trentino Canestrini. La S. Messa, accompagnata dalla fanfara alpina Monte Zugna di Lizzana, è stata concelebrata dal cappellano militare mons. Augusto Covi e da don Ambrogio (cappellano dell’Aeronautica). Le offerte raccolte nel corso della Messa sono state devolute ad una missione dell’Africa centrale.