La Preghiera dell'Alpino

    0
    80

    Sono rimasto allibito nel leggere che a Imola Sandro Rossi, consigliere nazionale e membro del comitato di redazione della rivista, ha dichiarato che la Preghiera dell’Alpino deve essere recitata nel testo approvato dal Consiglio Direttivo Nazionale e non in quello suggerito dall’Ordinariato militare. Una preghiera ha bisogno dell’imprimatur di un vescovo, altrimenti resta una mera e più o meno valida prosa.

    Don Valentino Quinz Brunico

    Sandro Rossi ha ribadito un concetto ben radicato in CDN. Io credo che il buon Dio non faccia distinzioni quando un credente si rivolge a Lui con la preghiera che più gli aggrada. Queste nostre diatribe sono proprie di noi miseri mortali; nei pascoli del Cielo si ragiona in altro modo. Almeno così mi fu insegnato quando, bimbetto, andavo a Catechismo. E poi, caro don Valentino, lei mi insegna che non c’è nulla di più spontaneo della preghiera dell’uomo. La nostra, che difende le radici cristiane, è più in linea con il Papa, che conta più del Vescovo.