Grazie di cuore

    0
    55

    Egregio Presidente, desidero ringraziarla per l’invito alla manifestazione per il Centenario dell’Ana. Una manifestazione bellissima e riuscitissima che una volta di più ha messo in luce “quell’affetto che cementa la ormai leggendaria fraternità alpina”. Sono parole tratte dal libro di mio padre che mi è stato possibile ricordare nel corso della manifestazione. Di questo la ringrazio sentitamente, come pure la ringrazio del bel regalo Swarovski, del libro e della medaglia del Centenario.

    Lia Bonaldi, Milano

    Gentile signora, pubblico qui il suo scritto che il Presidente mi ha passato, desiderando che fosse resa di dominio pubblico. Tutti noi abbiamo apprezzato la sua presenza alle cerimonie per il Centenario dell’Ana. Non solo per gratitudine verso la figura di suo padre, la famosa Ecia, evocata sui numeri de L’Alpino di febbraio e luglio, ma anche per la sua lucida, acuta esposizione che ci ha trasmesso la sensibilità che porta nel cuore verso gli alpini e la loro Associazione. Sensibilità che ha voluto manifestare anche con la generosa donazione a favore delle attività dell’Ana. Grazie di cuore. Di tutto.