FRANCIA – Soupir e Bligny, luoghi del ricordo

    0
    7

    Ogni anno la sezione Francia organizza una visita ai cimiteri militari italiani di Soupir e Bligny dove sono sepolti circa 5.000 militari italiani caduti in Francia durante la Grande Guerra. A questo gesto di omaggio si uniscono tutte le associazioni d’Arma italiane della regione parigina.

     

    Nel 1914 quando l’Italia era ancora neutrale si formò una “Legione Garibaldina” composta da circa 2.500 volontari italiani che, al comando di Peppino Garibaldi, si batté con onore nelle Argonne: i morti furono 300 tra i quali due fratelli del comandante, Bruno e Costante Garibaldi. Poi nel 1918 fu inviato in Francia un Corpo d’Armata forte di circa 40.000 uomini che, al comando del gen. Alberico Albricci combatté sulla montagna di Reims e sul Chemin des Dames.

    Nel centenario della Grande Guerra la presenza di numerose autorità ha dato a queste cerimonie una particolare solennità. A Soupir erano presenti il console generale d’Italia a Parigi Andrea Cavallari, l’addetto militare presso l’ambasciata gen. Gualtiero de Cicco, il gen. Sebastiano Vacante, il vice prefetto di Soissons Laurent Olivier e M. Jean Richard presidente degli Chasseurs Alpins della Marna.