FRANCIA – Inaugurato il Giardino del ricordo

    0
    23

    Sotto un cielo grigio un’imponente schiera di cittadini, di alpini e tante bandiere hanno partecipato all’inaugurazione del “Giardino del ricordo” nel Cimitero Militare Italiano d’Onore della Grande Guerra, a Soupir (Francia), cerimonia condotta da Serge Véron, coadiuvato da Jean Marie Martainneville – entrambi dell’Union National des Combattants – e da Daniele Guenzi, Presidente della Sezione Francia.

    Le iniziative legate al “Giardino del ricordo – Jardin du Souvenir” partono da lontano. La Sezione Francia si è impegnata nel recente passato per riabilitare il cimitero dove riposano 594 soldati italiani (tra cui 3 alpini), morti nell’autunno del 1918 per liberare il villaggio di Soupir. Non solo si voleva riabilitare fisicamente il luogo, ma anche la memoria storica dei fatti geopolitici e militari che hanno portato i nostri commilitoni nella valle dell’Aisne.

    In effetti molte persone che intraprendevano il pellegrinaggio del “Chemin des Dames” si chiedevano il perché di questo cimitero italiano, pensando erroneamente, il più delle volte, che ospitasse i Caduti della Seconda guerra mondiale a sostegno dell’avanzata nazista. Gli alpini della Sezione Francia hanno discusso, ristudiato la storia e creato dei legami con Soupir che hanno stimolato intellettualmente gli amici francesi e, di comune accordo, si è deciso di rispolverare il passato utilizzando dei pannelli didattici per i visitatori in quello che è il Primo Museo in onore dei soldati italiani della Grande Guerra fuori dall’Italia.

    Il sindaco di Soupir e di Vailly e la Comunità dei Comuni della Valle d’Aisne con il suo ufficio turistico, sulla base delle informazioni storiche della presenza italiana nel 1918 a Soupir raccolte da Jean Marie Martainneville con il concorso e l’accordo delle penne nere, hanno prodotto dei pannelli didascalici che permettono al visitatore di percorrere il periodo storico che va da Cavour, passando anche da Virginia Contessa di Castiglione, giungendo fino alla fine della Prima guerra mondiale. Il giorno dell’inaugurazione i francesi hanno schierato un picchetto d’onore in uniformi d’epoca, tra cui l’alpino Ilario Dal Piaz con la sua uniforme storica. Alla cerimonia hanno partecipato tutti i sindaci della Valle dell’Aisne, così come il senatore e il deputato della circoscrizione, le associazioni di combattenti delle varie Armi con le loro bandiere e un grande numero di ex combattenti francesi.

    Tra le numerose autorità c’era il delegato alle Sezioni all’estero Gian Mario Gervasoni, che ha portato il saluto del Presidente nazionale Sebastiano Favero. Gli alpini non hanno fatto mancare i loro vessilli con una nutrita delegazione della Sezione Belgio guidata dal Presidente Mario Agnoli, il Gruppo di Borinage con il Capogruppo Secondo Lamandini e un rappresentante del Gruppo di Hainaut-Namur.

    Per la Sezione Francia c’erano i Gruppi di Nilvange e di Parigi – guidato da Vanni Duratti – che ha contribuito all’organizzazione della manifestazione. La Signora Evelyne Liebegs, sindaco di Soupir, ha proceduto al taglio del nastro inaugurale del “Giardino del ricordo” e ha espresso ancora una volta il ringraziamento della popolazione ai nostri soldati, Caduti per la liberazione del villaggio.

    Alberto Quaranta