FELTRE – Premiata l’alpinità

    0
    167

    “La penna alpina per la nostra montagna” è un premio istituito dalla sezione di Feltre che assume ogni anno maggior rilevanza, visto il numero crescente di segnalazioni. Il riconoscimento vuole sottolineare l’impegno di chi, a vario titolo, ha compiuto azioni meritorie a favore della popolazione e del territorio, ma anche promosso con la propria attività l’immagine della provincia di Belluno in Italia e nel mondo.

     

    Quest’anno i vincitori sono stati quattro e hanno ricevuto la targa e la pergamena nel Salone degli Elefanti del ristorante birreria Pedavena. Il primo riconoscimento è stato consegnato al giovane ingegnere aerospaziale Andrea Da Ronch, originario di Sedico che, avvalendosi di un non comune spirito di intraprendenza, accomunato ad una severa disciplina di studi, tiene alto il nome della terra d’origine esercitando l’attività di docente di ruolo in ingegneria aereospaziale all’università di Southampton (Gran Bretagna).

    Ivan Piol, presidente del “Pedale Feltrino”, un’importante realtà nell’ambito sportivo locale, è stato premiato per il grande impegno profuso nel campo dello sport, soprattutto a favore dei più giovani, e per l’organizzazione di manifestazioni ciclistiche a livello nazionale e internazionale. Un premio alla memoria è stato assegnato al dottor Amedeo Vergerio, pediatra di alto profilo professionale e morale, recentemente scomparso a 62 anni: hanno ritirato il premio la moglie e la figlia.

    Nella motivazione è stata menzionata la meritoria attività medica esercitata per i piccoli pazienti nel Feltrino, ma anche in vari paesi dei Balcani a favore dei bambini vittime della guerra. La cooperativa “Lattebusche” è stata premiata per i suoi sessant’anni di attività a tutela dei piccoli produttori di montagna, un’autentica eccellenza nel campo agroalimentare.

    Nella stessa occasione, come da tradizione, è stata consegnata la targa dedicata al gen. Giangi Bonzo, riservata ai militari in servizio del 7º Alpini. A riceverla è stato il primo maresciallo Mario Schiavo per i meriti conseguiti in ambito operativo.

    Alla cerimonia di consegna del premio erano presenti, tra gli altri, i senatori Giovanni Piccoli e Rafaella Bellot, il col. Alberto Zamboni della Julia e il consigliere nazionale Onorio Miotto. Le note del “Trio Musicale Mezzoforte” hanno accompagnato la manifestazione, presentata dall’amica degli alpini Donatella Boldo e da Dino Bridda, direttore del periodico “In marcia” della sezione di Belluno. Anche quest’anno la sezione di Feltre ha consegnato le sue “Penne”, a sottolineare come i tratti distintivi che caratterizzano la nostra alpinità siano presenti in tante persone e realtà in ogni angolo della nostra amata Italia.

    Roberto Casagrande