Disattiviamoli!

    0
    44

    Facendo seguito all’accordo di collaborazione tra l’Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra e la Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini, siglato dal Presidente nazionale di Anvcg, Giuseppe Castronovo e dal Presidente nazionale Sebastiano Favero, i volontari Ana stanno lavorando per la realizzazione del progetto “De activate” che ha la principale finalità di sensibilizzare i cittadini sul pericolo degli ordigni bellici inesplosi. I volontari della Sezione di Trento, coinvolti dal coordinatore del 3º Raggruppamento di Protezione Civile Andrea Da Broi, dal Presidente Maurizio Pinamonti, dal coordinatore sezionale Giorgio Seppi e dai volontari Gregorio Pezzato e Lorenzo Pegoretti, con professionalità e competenza hanno parlato agli studenti dell’Istituto tecnico economico “A. Tambosi”, sensibilizzandoli sui comportamenti da adottare in caso di ritrovamento, sulla tipologia di ordigni e i pericoli connessi alla loro individuazione, con particolare riferimento ai rinvenimenti che statisticamente vengono effettuati in Trentino. La validità del progetto è stata riscontrata dall’attenta partecipazione e dal feedback richiesto agli alunni e ai professori presenti, nonché dalla richiesta da parte della dirigenza dell’Istituto ospitante della possibilità di effettuare ulteriori laboratori. Gianni Gontero coordinatore nazionale Pc e referente del progetto “De activate”

    BANDO DI ARRUOLAMENTO

    I volontari di Protezione Civile che desiderano unirsi alla cordata per portare in quota il progetto devono rivolgersi al seguente indirizzo di posta elettronica: deactivate.alpini@anvcg.it disponibile anche per tutti i chiarimenti necessari. L’attività sarà presentata in occasione dell’Adunata nazionale 2020 a Rimini all’interno della Cittadella Militare.

    Per approfondimenti: www.anvcg.it/attivita/progetti oppure http://biografiadiunabomba.anvcg.it/