Dieci anni dopo

    0
    18

    È stato il Capogruppo di Fossa, Bruno Giacomantonio ad accogliere il past President Corrado Perona accompagnato da Ornello Capannolo in piazza Gemona nel Villaggio degli Alpini costruito dopo il terremoto del 2009. Lo chiamano così anche gli abitanti di Fossa, piccolo ma storico Comune incastonato fra antichi monasteri alle porte de L’Aquila. Dopo l’alzabandiera e la deposizione della corona d’alloro al monumento che sorge a fianco della sede del Gruppo, gli alpini di Fossa hanno reso omaggio al monumento ai Caduti. È il 6 aprile 2019 e sono passati dieci anni da quella notte e tanti alpini con vessilli e gagliardetti sono tornati per rendere omaggio alle vittime e ricordare, in due giorni di incontri, quei momenti. C’erano anche i sindaci di Fossa che si sono succeduti dall’evento ad oggi Luigi Calvisi, Antonio Gentile e l’attuale Fabrizio Boccabella riuniti nel segno della gratitudine di un’intera comunità all’Ana che volle costruire un intero villaggio e una bellissima chiesa in un luogo nuovo e sicuro non solo per dare ricovero ma per tenere unita una comunità particolarmente colpita. La Messa celebrata da don Gaetano parroco di Fossa commemorativa del decennale, ha visto una grande partecipazione ed è stata importante per le parole di grande riconoscimento e ringraziamento della gente di Fossa per gli alpini quanto hanno realizzato. Al termine negli spazi del polifunzionale un incontro significativo dei gruppi alpini presenti in rappresentanza dei volontari giunti in soccorso a Fossa. Intorno al rancio alpino si è consolidata la fratellanza dei presenti. Domenica 7 aprile si apre con un convegno, presenti Renato Zorio e Antonio Munari, due dei Consiglieri nazionali che collaborarono alla progettazione del villaggio insieme a Sebastiano Favero, oggi Presidente dell’Associazione. In un’affollata sala e ancora una volta la scommessa fatta nel 2009 dagli alpini nella realizzazione della nuova chiesa e del villaggio molto dignitoso e pratico torna a rafforzare un legame che don Bruno Fasani ha sottolineato nella celebrazione della Messa con le sue parole che hanno acceso nuova luce e speranza per il futuro della comunità di Fossa. Gli alpini torneranno a L’Aquila il 14 e 15 settembre di quest’anno per uno speciale raduno nazionale al quale saranno invitati tutti i volontari e le Sezioni Ana impegnate nel 2009 nella gestione delle tendopoli e delle attività della Protezione Civile.

    Massimo Alesii