Con Genero e con i muli

    0
    48

    Bravo, Roberto Genero, che con il tuo Puzzo di mulo (numero di ottobre n.d.r.) rimetti in sesto la bussola di quanti vedono l’ANA come un tassello del grande circo del ‘volemose bene’. La nostra associazione nasce da un servizio militare più duro degli altri che si trasforma in spirito di servizio da sentire come prioritario verso la Patria. L’efficacia delle tue parole è totale. Quei matti che vanno in giro con i muli dove nessuno li vede rappresentano tutto quello per cui esistiamo. Questo è ciò che ci hanno insegnato le tante cose ereditate da chi
    ci ha preceduto nel momento in cui abbiamo messo quel cappello, un cappello pulito per gente pulita.


    Giovanni Cornero Rocca d’Arazzo (AT)


    Un pezzo di alta poesia alpina che giro subito all’amico Genero, dinamico
    presidente della sezione Marostica. Un pezzo che è la degna, signorile risposta
    un articolo pieno di fiele contro gli alpini apparso, ovviamente anonimo, in un abominevole sito internet.