Comando Truppe alpine: al generale Scaranari subentra il generale Job

    0
    113

    Avvicendamento al Comando Truppe alpine di Bolzano: al tenente generale Roberto Scaranari, destinato allo Stato Maggiore a Roma, subentrato il maggior generale Bruno Job.

     

     

    Il tenente generale Ficuciello, tra il ten. generale Scaranari e il magg. generale Job. (foto mar.ord. Corrado Comando Truppe alpine)

     

    La cerimonia delle consegne avvenuta alla caserma Vittorio Veneto, a Bolzano, presente il tenente generale Alberto Ficuciello, comandante delle forze operative terrestri. Schierate con un reparto in armi c’erano le Bandiere di guerra del 6 Alpini, del battaglione paracadutisti Monte Cervino, del 1 reggimento artiglieria da montagna, del 2 reggimento Genio guastatori e del Centro addestramento Alpino, che rappresentavano tutti i reparti alpini e che hanno ricevuto gli onori militari. Come pure il nostro Labaro nazionale, scortato dal vice presidente nazionale Luciano Cherobin, dai consiglieri Vittorio Brunello, Attilio Martini e Gian Carlo Romoli, dal tesoriere nazionale Edo Biondo e dai revisori nazionali Arrigo Cadore e Ruggero Galler.
    Sulla tribuna d’onore, le massime autorit della provincia di Bolzano, con il Commissario di Governo Di Santo, il vice presidente della Provincia Di Puppo e il sindaco di Bolzano Salghetti Drioli. A testimoniare amicizia e stima al comandante delle Truppe alpine erano presenti il maggior generale Hubertus von Trauttenberger, comandante il 2 Corpo d’Armata austriaco di Salisburgo, il brigadier generale Bernd Diepenhorst, vice comandante e capo di Stato maggiore del 2 Corpo d’Armata tedesco di Ulm e il maggior generale Baumgaertel, vice comandante del Joint Command South di Verona.
    Nel suo saluto di commiato il tenente generale Scaranari ha ripercorso i due anni di comando e le numerose missioni compiute dai suoi alpini: in Bosnia, in Kosovo, in Albania e in Afghanistan, oltre alle esercitazioni in Spagna, Lituania, Turchia, Norvegia, Ucraina. Ovunque gli alpini hanno riscosso simpatia e suscitato rispetto, facendo onore all’Italia anche in condizioni difficili e in momenti delicati. L’alto ufficiale ha parlato anche dell’evoluzione verso un esercito totalmente professionale, ma ha detto rivolgendosi alla delegazione ANA e ai tanti alpini in congedo presenti voglio rassicurare che i valori che caratterizzavano gli alpini di leva di un tempo sono esattamente gli stessi che noi continuiamo a insegnare ai professionisti di oggi.
    Ha quindi appuntato al petto del generale Job il distintivo del Comando Truppe alpine: stato il passaggio ufficiale di consegne.
    Il discorso del generale Job stato breve. Ha ringraziato in modo particolarmente caloroso l’Associazione Nazionale Alpini. Ha poi affermato che in questa cruciale fase di trasformazione densa di impegni per gli alpini ognuno di noi, nessuno escluso, tenuto a fornire il proprio contributo facendo bene il proprio lavoro, a qualsiasi livello e in qualunque ruolo. Ha concluso con parole di ringraziamento e di grande stima per il generale Scaranari, chiamato allo Stato Maggiore in attesa di un incarico che potr ancora esaltare le sue qualit e la sua esperienza.
    Porgiamo l’augurio di buon lavoro al maggior generale Job. Un augurio e un grazie al generale Scaranari, sempre disponibile e molto presente alle ricorrenze della nostra Associazione. Siamo certi che anche nel suo nuovo incarico a Roma continuer ad esserci vicino.