CASALE MONFERRATO A San Giorgio Monferrato celebrato il trentennale dell'intervento in Friuli

    0
    91

    A San Giorgio Monferrato centinaia di alpini hanno celebrato sabato 9 e domenica 10 settembre il 30º anniversario dell’intervento in Friuli all’insegna della solidarietà. C’erano penne nere venute da tutto il Piemonte e dalla Valle d’Aosta, con il prefetto di Casale Lorenzo Cernetig, il presidente della Provincia Paolo Filippi e l’assessore regionale Daniele Borioli. Era presente inoltre una delegazione di Moggio Udinese con il sindaco Ezio De Toni e Carlo Treu, sindaco della cittadina all’epoca del terremoto del 1996.

    Gli alpini hanno invaso San Giorgio fin dal sabato mattina; nel pomeriggio dopo la sistemazione dei friulani presso famiglie del paese, il sindaco Rino Scarola, ha ricevuto gli ospiti nella sala consigliare del Comune e dopo lo scambio dei ricordi di rito, è stata inaugurata la mostra fotografica curata dalla Biblioteca Civica di San Giorgio. Fotografie, giornali, documenti e testimonianze distribuite in un percorso che ha suscitato attraverso i ricordi momenti di rara commozione.

    Grazie alla disponibilità del parroco, don Marco Pivetta, i numerosi volontari si sono poi recati nel salone parrocchiale, dove la sezione, con la collaborazione dei sindaci di Moggio e di San Giorgio, ha consegnato i diplomi di benemerenza ai volontari del cantiere nº 7. Il coro di San Giorgio, diretto da Cecilia Brovero, ha concluso il pomeriggio con un concerto che ha suscitato calorosi applausi. Domenica mattina la sfilata per le vie cittadine fino alla sede della Pro Loco cui ha fatto seguito la celebrazione di una S. Messa officiata dal parroco don Marco Pivetta e accompagnata dal canti del coro di San Giorgio. Infine pranzo e nel tardo pomeriggio, l’ammaina bandiera.