Cantando sul Ponte di Perati

    0
    156

    Il Coro Alte Cime della Sezione di Brescia in settembre è andato in pellegrinaggio in Albania. Siamo saliti a passo Kicoku e a “quota Monastero 731” dove abbiamo reso gli onori ai Caduti, deposto fiori ed eseguito alcune cante. Le emozioni provate ci han fatto dimenticare la tensione della salita lungo un costone su una strada sterrata a strapiombo. Poi abbiamo percorso la valle della Vojussa raggiungendo il Ponte di Perati. Qui don Enzo Zago ha celebrato la Messa per tutti i Caduti. Il coro ha cantato inni religiosi, contribuendo ad aumentare la commozione. Dopo aver depositato un mazzo di fiori, reso gli onori ai Caduti con la regia del vice Presidente, Giuseppe Cotelli e del Consigliere sezionale Christian Abate, coi gagliardetti di vari gruppi, abbiamo chiuso la cerimonia cantando Sul ponte di Perati. La trasferta è stata onerosa, ma molti amici delle penne nere hanno contribuito allo sforzo economico (mi pare giusto perciò citarli: Sifra Lumezzane, Euroacciai di Villa Carcina, Cd Europe di Sarezzo, Isval e Tavana Calci Srl di Marcheno, Promotica di Desenzano, Pel Pintossi di Sarezzo, Giuseppe Frisoni di San Zeno, Persico di Bergamo, F.lli Gagliandi di Tavernole, Ml Costruzioni di Montichiari). Si è così concretizzato il nostro “secondo sogno, quasi impossibile”, tale definito dal maestro Gianmario Gerardi che, insieme al direttore artistico, Manuel Scalmati, ha condiviso questa pazza idea. Un bravo ai “Giovani esterni” di Polaveno, Pisogne e Flero, che ci hanno accompagnato con la loro allegria. Esperienza indimenticabile che consigliamo a tutti. Come già accaduto nel settembre 2018, quando il coro presenziò all’inaugurazione del “Ponte degli Alpini” a Livenka (Nikolajewka), le fatiche del viaggio sono state largamente compensate dai sentimenti provati e dalla possibilità, come prevede lo statuto del Coro, di ricordare i Caduti attraverso il canto.

    Angelo Turinelli, Gruppo di Irma, Sezione di Brescia

    Senza clamore, come sempre, gli alpini dell’Ana sanno scrivere pagine importanti per la vita, ispirate a valori e sentimenti che è quasi pleonastico sottolineare. E sanno anche trovare chi li sostiene, condividendone i sentimenti. Se non ci fossero bisognerebbe inventarli.