Cambi di comando – dic 2014

    0
    70

    Il gen. Bellacicco vice comandante delle Truppe alpine – Dopo aver trascorso oltre due anni a Innsworth (Gran Bretagna) quale vice comandante del Rapid Depoloyable Corps della Nato, il gen. D. Marcello Bellacicco è rientrato in Italia, e ha assunto l’incarico di vice comandante delle Truppe alpine e comandante della Divisione alpina Tridentina.

    È un ritorno a Bolzano per l’ufficiale degli alpini che al Palazzo Alti Comandi di piazza IV Novembre, sede del Comando Truppe alpine, aveva già assolto dall’agosto del 2009 al luglio del 2010 l’incarico di Capo di Stato Maggiore. Tra i diversi incarichi svolti dal gen. Bellacicco, spiccano quelli di comandante del btg. alpini paracadutisti Monte Cervino (1997-1999), di comandante del 2º reggimento alpini della brigata Taurinense (2002-2003), con cui è stato impiegato in Bosnia-Erzegovina nell’ambito del German-Italian Battle Group e di addetto militare presso l’ambasciata italiana in Germania, con accreditamenti secondari per l’Olanda e la Danimarca (2006-2009). È stato anche comandante della brigata alpina Julia e comandante della Regione Ovest in Afghanistan, nell’ambito della missione ISAF.


    Il col. Recchi al 2º – Si è svolta alla caserma Ignazio Vian la cerimonia di cambio di comando del 2º reggimento Alpini: il col. Fabrizio Recchi è subentrato al col. Andrea Monti, che andrà a ricoprire un prestigioso incarico all’estero. Alla guida del col. Monti il 2º Alpini ha svolto numerose attività, tra cui le esercitazioni “Takeshy 2014” e “Aquila Blu”, per la preparazione del reggimento quale forza di intervento rapido Nato in caso di crisi internazionale. Ha partecipato ai Campionati Sciistici delle Truppe alpine al Sestriere e si è addestrato al movimento in montagna seguendo numerosi corsi alpinistici e sciistici. Il reggimento ha inoltre condotto attività con le unità transalpine degli Chasseurs Alpins sul Monginevro e due esercitazioni a favore dello United Nations Staff College System, organismo delle Nazioni Unite che si avvale del supporto della brigata Taurinense per la formazione dei funzionari Onu. Il “Doi”, come familiarmente è chiamato il 2º Alpini, è stato anche impiegato con uomini e mezzi nella provincia di Alessandria, colpita dalla recente alluvione. Il col. Fabrizio Recchi, proveniente dal Centro Addestramento Alpino di Aosta, non è nuovo al Reggimento, avendo già prestato servizio come comandante del btg. Saluzzo.


    Il col. Zamboni comandante del 7º – Avvicendamento tra il col. Stefano Mega e il pari grado Diego Zamboni al comando del 7º reggimento Alpini di Belluno. La cerimonia si è svolta presso la caserma Salsa- D’Angelo, sede del reggimento. Il colonnello Mega ha stilato un bilancio delle attività che hanno impegnato il reggimento sotto il suo comando. Oltre all’addestramento proprio della specialità alpina, il reggimento è stato impegnato in Afghanistan nel 2013 e nell’operazione “Strade Sicure” in Piemonte. Alla cerimonia hanno preso parte, oltre alle autorità locali anche una rappresentanza dell’ANA e di altre Associazioni combattentistiche. Al col. Mega, che assumerà un nuovo incarico a Roma, va il ringraziamento per il prezioso contributo dato quale comandante, al col. Zamboni gli auguri per un periodo di comando ricco di soddisfazioni.