CADORE Raduno sezionale a Campolongo

    0
    86

    L’attaccamento ai valori della Patria e del Tricolore è stato il tema guida di molti interventi delle autorità in occasione del 50º del gruppo ANA di Campolongo, festeggiato durante il 16º raduno della sezione Cadore. È stato un riconoscimento unanime all’impegno degli alpini in tempo di guerra, ma soprattutto in tempo di pace, con le iniziative di solidarietà e Protezione civile a favore delle popolazioni in difficoltà. Il capogruppo Roberto Mario ha parlato delle difficoltà in cui si trovano ad operare non solo gli alpini, ma tutte le associazioni del volontariato.

    Nell’occasione sono stati consegnati i guidoncini commemorativi ai soci fondatori Guido Buzzo, Ermanno Pomarè e Bortolo De Bettin ed è stata ricordata la figura di Valerio Quattrer primo capogruppo dal 1954 al 2001. È stata confermata la volontà di giungere alla realizzazione del museo dei Volontari Alpini del Cadore , che ospiterà anche la bellissima ‘Madonna del Piave’ donata dal prof. Doglioni. Al termine della Messa, accompagnata dal coro Peralba, hanno parlato, tra gli altri, il sindaco di Santo Stefano Silver De Zolt e Antonio Cason presidente della sezione e consigliere nazionale ANA. In apertura di cerimonia il lungo corteo di alpini, avieri e rappresentanze delle associazioni combattentistiche e d’arma, accompagnato dal Corpo bandistico Val di Gorto di Ovaro, ha reso gli o­nori ai Caduti al monumento dedicato all’aviere Arturo De Zolt.