Buon lavoro, Presidente Mattarella!

    0
    4

    A nome mio personale, del Consiglio Direttivo Nazionale e dei nostri 380.000 associati esprimo le congratulazioni di tutti gli Alpini in congedo per l’Alta carica alla quale Ella è stata chiamata. Le giunga un augurio sincero per il delicato compito che dovrà svolgere in un periodo non certo facile della nostra storia e l’assicurazione che gli Alpini in congedo saranno come sempre al fianco delle Istituzioni e a disposizione per l’Italia.

    Sebastiano Favero Presidente Associazione Nazionale Alpini


    Dal passato 21 salve per il futuro

    C’era qualcosa di noi al giuramento del nuovo Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Le ventuno salve che hanno scandito il momento del giuramento, infatti, sono uscite dalle bocche dei nostri amati obici da 105/14. Ricordo che quando misi piede alla Druso di Silandro erano lì sul piazzale ad aspettarci suscitando un certo timore. Erano lì anche al congedo quando li salutammo con un po’ di tristezza. Compagni di esercitazioni e scuole tiro, trainati e spinti, smontati e rimontati, someggiati sui nostri muli, alla fine divennero parte di noi ed ebbero un posto saldo nella nostra memoria e nel nostro cuore. Rivederli dopo tanti anni sparare dal Gianicolo, ha fatto rivivere le numerose avventure mai dimenticate degli anni della naja: chi non ha fatto la leva non riuscirà mai a capire cosa si è perso! I nostri 105/14, obbedienti, hanno salutato, beffa del destino, proprio colui che firmò la sospensione della leva. Il sogno e la speranza nel mio cuore e in quello di tanti Alpini, è che il tuono dei nostri obici, serva a scuotere le coscienze di coloro che maturarono quell’idea… perché qualcosa finalmente cambi. Forza 105/14, facci sognare ancora!

    Art. mont. Mariano Spreafico gr. art. mont. “Bergamo”, Silandro