BRESCIA – Restaurata la rosa dei venti

    0
    8

    “La rosa dei venti” fu collocata nel piazzale d’onore della caserma Battisti di Merano in occasione del suo rifacimento, negli anni Sessanta. Il tempo e le intemperie hanno segnato quel manufatto a tal punto che alcuni volontari, tra cui Ferruccio Pellegatta, Valter Finulli, Armando Marchina (esperto marmista) con il figlio Alessandro e Gino Zini, hanno unito le loro forze per avviare il lavoro di recupero, muratura e restauro dell’opera.

    Sono state sostituite 6 delle 16 marmette in marmo bianco di Carrara raffiguranti le cime che coronano la conca di Merano. Le nuove incisioni sono state scolpite come le originali, con quote e nomi delle montagne. Si è cercato di rendere la rosa più luminosa ed omogenea e il manufatto è stato dotato di un impianto di illuminazione per renderlo visibile nelle ore notturne. La scelta del granito dell’Adamello per il contorno della rosa è un richiamo voluto alla Guerra Bianca e un omaggio al sacrificio di tanti alpini. Terminati i lavori “la rosa dei venti” è stata riportata a Merano alla Cesare Battisti e inaugurata ufficialmente con una Messa sul piazzale della caserma e la consegna degli attestati ricordo a tutti i volontari che hanno contribuito al restauro.