BIELLA – Un progetto ben riuscito

    0
    72

    Se ultimamente vi capitasse di frequentare la sede della Sezione di Biella, oltre ai soci alpini potreste incontrare studenti liceali impegnati in attività di lavoro (nella foto). Frutto di una consolidata collaborazione con il Liceo Classico di Biella, nell’ambito di un progetto di Pcto (percorsi trasversali per l’orientamento), già la scorsa estate alcuni alunni fornirono il loro aiuto al Centro Studi sezionale. Nel mese di giugno e luglio alcuni ragazzi di quarta liceo vennero a lavorare per catalogare ed inserire sulla piattaforma Bibliowin i più di 3mila volumi della nostra biblioteca.

    Grazie alla collaborazione di Cristina Silvani, responsabile del progetto biblioteche del Centro Studi nazionale, venne loro data la formazione necessaria per poter svolgere il compito che li attendeva. Il loro lavoro è stato attento e particolarmente produttivo e la loro curiosità è stata stuzzicata tanto da voler imparare di più sugli alpini e sul nostro mondo. La riuscita del progetto ci ha spinto a continuare l’esperienza, questa volta immaginando un intervento sul nostro archivio, ricco di documenti che necessitano di catalogazione, digitalizzazione ed inserimento su piattaforma digitale.

    Il progetto è coordinato da Danilo Craveia, archivista di professione ed alpino che ha in carico tutto il materiale della Sezione. Fin da subito le ragazze si sono dimostrate, anche in questa occasione, particolarmente interessate non solo alla metodologia del lavoro ma anche al materiale che stanno trattando: un pezzo di storia alpina, a partire dal fondo del gen. Felice Boffa Ballaran, cofondatore della Scuola Militare Alpina ed a seguire tutti i documenti che hanno accompagnato la nostra storia centenaria. Così come già nell’attività in passato, il progetto prevede un impegno orario per ciascun studente di almeno 60 ore. Ma se nell’estate passata il loro lavoro si svolgeva part-time per cinque giorni la settimana, il nuovo percorso è in itinere e prevede la loro presenza un pomeriggio la settimana.

    I progetti di Pcto, la cui partecipazione è obbligatoria per tutti gli studenti del triennio delle scuole superiori per poter accedere all’esame di maturità, è finalizzato a far conoscere agli studenti del liceo attività professionali che consentano una scelta più consapevole della successiva loro formazione universitaria. Sotto questo punto di vista, la bontà del progetto ci fa ben sperare nel proseguire la collaborazione con le scuole del territorio per continuare a far conoscere la nostra storia alle nuove generazioni, in questo caso diventerebbe importante il contributo di supporto dei nostri Gruppi, indispensabili per quanto nel tempo essi hanno saputo dare in termini di collaborazione con le scuole.

    Paolo Racchi