BERGAMO – Il primo presidente

    0
    69

    “Il centenario gruppo alpini di Capriate Crespi onorando qui le spoglie sacre del ten. col. Daniele Crespi, comandante del leggendario battaglione Verona, mentre dai suoi famigliari riceve oggi in consegna le decorazioni da lui conquistate sui campi di battaglia del Pasubio, dell’Ortigara e del Piave, promette fedeltà agli ideali dell’alpino e memoria agli eroi che si sono battuti e dato la vita per l’unità della Patria e la libertà dei popoli”.

    Recita così la targa che il gruppo alpini Capriate Crespi ha posato presso il mausoleo della famiglia Crespi. La targa è stata apposta in occasione della consegna al Gruppo Capriate Crespi, delle decorazioni dell’eroico comandante da parte dei famigliari. Si è scelto di far coincidere la cerimonia con la festa del SS. nome di Maria e in concomitanza con la tradizionale festa alpina 2022 organizzata dai due Gruppi locali: Capriate Crespi e San Gervasio d’Adda. Nel pomeriggio si sono ritrovate un cospicuo numero di persone, tra loro in rappresentanza dei Crespi l’architetto Giulio Crespi, nipote del primo presidente dell’Ana Daniele, con il figlio Giovanni e il nipotino.

    La cerimonia ha inteso rendere omaggio al primo presidente e socio fondatore dell’Ana. Presente il vessillo sezionale e una decina di gagliardetti della zona 26 “Adda” e di Gruppi amici. Spetta ora al Gruppo la decisione di trovare la collocazione migliore per il medagliere, affinché possa ricevere l’attenzione che merita. La cerimonia si è conclusa con la Messa, concelebrata da don Nazzareno Bertoli, parroco di Capriate Crespi e da don Luigi Cortesi, parroco emerito nonché custode e conoscitore della storia della famiglia Crespi. La giornata è terminata con la processione per le vie del Villaggio operaio, mentre per gli alpini e i loro amici, con una bicchierata e una cantata in allegria alla festa alpina.

    Marco Rossetti