AUSTRALIA E, d'improvviso, trovarsi come a casa

    0
    33

    Sono tanti i giovani che si recano all’estero per motivi di studio o di lavoro. Capita, talvolta, che la nostalgia di casa abbia il sopravvento sulle novità dell’ambiente in cui si vive. Incontrare persone amiche e disponibili sulle quali poter contare è uno splendido toccasana, soprattutto se si tratta di famiglie alpine: questa è l’esperienza di Marta Perona.


    Trovarsi da sola, a 24 ore di volo da casa non è proprio così semplice… La mia voglia di scoprire, l’infinita curiosità mi hanno portata a lasciare l’Italia, la mia casa e tutte le mie certezze per vivere una intensa esperienza di un anno lavorando e viaggiando in Australia. Il fatto di poter contare su persone fidate è stato ed è un notevole supporto morale. Dopo due settimane di permanenza a Brisbane ho incontrato Pietro e Caty Reginato e insieme siamo andati all’Italian Club per la ricorrenza del 4 Novembre.

    Dopo la S. Messa tutte le associazioni, militari e non delle varie regioni rappresentanti l’Italia, hanno deposto un omaggio floreale per onorare i Caduti di tutte le guerre. È seguito un più che decoroso pranzo ‘Italian Style’, durante il quale ho incontrato persone interessanti e ascoltato storie commoventi di un passato che a me sembra remoto. Alberto De Giovanni, valtellinese doc, è arrivato qui nel 1951 dopo ‘solo’ 7 giorni di volo. Maria e Gino (Mary e Jim per gli amici), arzilli ultraottantenni, sono qui da una vita e hanno portato una ventata di allegria e genuinità che ancora riescono a trasmettere a chiunque li ascolti.

    Tutti erano contenti di conoscere una persona che sta compiendo più o meno il percorso fatto da loro 40, 50 o 60 anni fa. Le mie motivazioni sono decisamente diverse da quelle che avevano all’epoca ma le emozioni sono le stesse. È stato divertente e toccante sentirli parlare della paura di lasciare casa per un paese completamente nuovo, della speranza di un futuro migliore, sicuramente diverso…

    Trascorrere la giornata insieme è stato un vero toccasana per il mio umore: ho ricevuto abbracci e sorrisi sinceri, di quelli che scaldano il cuore. Ciò che mi ha colpita in queste persone è la voglia di stare insieme, di condividere esperienze e ricordi. Soprattutto ho riconosciuto l’orgoglio di essere Italiani e la devozione ad una terra che li ha accolti con durezza ma che ora li premia.

    Marta Perona