ASTI – Casorzo per i Caduti della Grande Guerra

    0
    7

    Casorzo, nel cuore del Monferrato, ha reso omaggio, con una toccante cerimonia, agli alpini monferrini caduti nella Grande Guerra. Le penne nere provenienti da varie parti del Piemonte, della Lombardia e perfino da Conegliano, si sono incontrate con gli alpini locali e la popolazione al monumento ai Caduti presso la chiesa di San Giorgio dove hanno deposto una corona. Il corteo si è snodato per le vie del centro, accompagnato dalle note della banda “La Tenentina” e ha raggiunto il Salone Verdi per seguire gli interventi del vice sindaco Roberto De Santis, del Presidente sezionale di Asti Adriano Blengio e del vice Presidente nazionale Fabrizio Pighin. 

     

    Nell’occasione è stato inaugurato ufficialmente il Gruppo di Casorzo che annovera già una quindicina di iscritti destinati, si spera, ad aumentare, dato che in paese risiedono molti alpini. Nel Salone Verdi c’è stato uno dei momenti più toccanti del programma, l’intervento di Aldo Delaude che ha dato voce e corpo alle testimonianze di alcuni dei nostri soldati al fronte. Infine, la celebrazione della Messa nella chiesa parrocchiale, officiata da Padre Tommaso, presente anche il sindaco di Casorzo, Ivana Mussa. Commovente, nel finale, prima della Preghiera dell’Alpino letta dal Presidente Blengio, la citazione di tutti i Caduti casorzesi della Grande Guerra, i decorati (una Medaglia d’Oro, 4 Medaglie d’Argento e 4 Medaglie di Bronzo), ma anche gli altri soldati Caduti in difesa della Patria. Belle note si sono udite anche in apertura della manifestazione nella chiesa parrocchiale di San Vincenzo Martire, dove il coro Amici della Montagna K2 di Costigliole d’Asti, diretto dal Maestro Francesco Mo, ha dato vita ad un concerto molto apprezzato. Particolare degno di nota, la presenza nel coro di due giovani, segnale di speranza per il futuro di queste manifestazioni.

    Roberto De Santis