ASIAGO – Festa del 5º Alpini

    0
    216

    Il 5º Alpini ha celebrato la festa di Corpo a Monte Fior e Monte Castelgomberto, facendo tornare la Bandiera di Guerra del reparto su quelle alture dell’altopiano di Asiago dove, nel corso della Grande Guerra, il battaglione Morbegno del 5º scrisse pagine epiche della sua storia. Proprio su queste alture, nel giugno del 1916, la strenua resistenza degli uomini del Morbegno – attualmente comandato dal ten. col. Giulio Monti – permise alle linee arretrate italiane di costituire una difesa in grado di arrestare la Strafexpedition dell’esercito austro-ungarico, operazione che si prefiggeva lo scopo di sfondare la linea italiana per dilagare nella vicina Pianura Padana.

    L’esercito austro-ungarico fu costretto ad abbandonare l’idea di mantenere queste posizioni e di arretrare in posizioni più facilmente difendibili: di fatto, le cime di Monte Fior e di Monte Castelgomberto segneranno la massima avanzata dell’esercito austro-ungarico sull’altopiano di Asiago per tutta la durata del conflitto. La bandiera del 5º Alpini verrà in seguito decorata di una Medaglia d’Argento al Valor Militare per gli sforzi bellici sostenuti in questa delicata fase del conflitto.

    Alla cerimonia erano presenti il comandante del 5º col. Ruggero Cucchini, numerosi vessilli delle associazioni combattentistiche e d’Arma, tra cui i vessilli delle Sezioni Asiago, Bergamo, Marostica e Bassano del Grappa, nonché una rappresentanza dell’Associazione Nazionale del Fante (nella foto), che da sempre si impegnano per difendere la memoria storica di questi eventi bellici che hanno inevitabilmente segnato la storia del nostro Paese, fortificando il senso di unità nazionale e ponendo le basi di un’Italia moderna.