La musica degli alpini nelle piazze di Napoli

0
3819

Quattro fanfare hanno suonato venerdì pomeriggio in altrettante piazze della città partenopea, ognuna con il proprio repertorio, arricchito da classici della canzone napoletana. La kermesse musicale ha visto i quaranta musicisti della fanfara della brigata alpina Taurinense presentare in piazza Dante lo spettacolo di marcia e musica chiamato “carosello”, con movimenti e suoni sincronizzati, concluso da “a città ‘e Pulicinella”, mentre la formazione gemella della brigata Julia si è esibita in piazza Municipio offrendo brani alpini e ‘o surdato ‘nnamurato. Lo stesso brano è stato proposto anche dai Bersaglieri della brigata Garibaldi che in piazza Carità hanno offerto la loro tradizionale performance di musiche eseguite di corsa.

In piazza del Gesù i congedati della Tridentina si sono cimentati nel loro carosello per affluire in piazza Plebiscito insieme alle altre formazioni, che tutte insieme hanno eseguito in sequenza ‘o surdato ‘nnamurato, 33 (l’inno degli Alpini) e l’inno nazionale, cantato da migliaia di persone che hanno riempito la piazza seguendo le fanfare per le vie del centro. Quella della Taurinense ha percorso via Toledo al suono della marcia dei coscritti piemontesi, l’inno della brigata, dove si parla della miglior gioventù che entra negli Alpini a servire l’Italia. Il mix tra marce militari e brani napoletani è stato l’omaggio degli Alpini alla loro città natale, dove la musica è di casa.

Emozionante l’esecuzione di flik-flok, una delle musiche simbolo dei Bersaglieri – di casa in Campania, dove ha sede la brigata Garibaldi – con i fanti piumati che hanno suonato e poi salutato il passaggio delle musiche di ordinanza alpine, alle quali si è aggiunta la fanfara dei congedati della Tridentina, composta da elementi che hanno svolto il servizio militare come musicisti. Le fanfare della Julia e della Taurinense saranno di nuovo in scena domani, scandendo con le loro note l’evento clou del 150° delle Truppe Alpine dell’Esercito, ovvero la cerimonia solenne nella splendida cornice di piazza Plebiscito, dove al centro dello schieramento ci sarà l’onore alpino, con le bandiere di guerra di tutti i reparti alpini e tre compagnie in armi, cui si aggiungerà una rappresentativa dell’Associazione Nazionale Alpini, che porterà in piazza il Labaro con le 209 Medaglie d’Oro al Valor Militare conferite ad altrettanti eroi del Corpo.