Il Piemonte Cavalleria 2° della Julia e la Sezione di Trieste sulle vette friulane

0
390

Anche per i Cavalieri di “Piemonte” (2°) si è concluso, nei giorni scorsi, il Modulo Movimento in Montagna, inserito nelle attività addestrative delle Truppe Alpine dell’Esercito.

Dopo aver partecipato alle fasi finali della staffetta della memoria e tradizione alpina conclusasi a Trieste il 2 luglio scorso altro impegno per Piemonte cavalleria che con le ascensioni effettuate unitamente ai rappresentanti della Sezione ANA di Trieste, sul Monte Festa (1055 m), sul Matajur (1650 m) e sul Pal Grande (1809 m), vette friulane nelle zone delle Alpi Giulie e Carniche ha voluto contribuire alle 150 cime con impegnative marce a testimonianza della totale integrazione nella famiglia alpina e in particolare nella Brigata Julia di cui il reggimento ne è la punta esplorante e pedina fondamentale per il supporto di fuoco.

Nel ricordare i 330 anni di storia di quello che è uno dei più antichi reggimenti dell’ Arma di Cavalleria dell’Esercito Italiano e a testimonianza dell’impegno in Patria ed all’Estero (attualmente lo stendardo di Piemonte accompagna gran parte del reggimento in Kosovo nel quadro della missione KFOR) affidata, in vetta, al Cavaliere più giovane la lettura della Preghiera dell’Alpino.