VALLECAMONICA – A Stadolina una bella festa alpina

    0
    242

    È giunta alla sua terza edizione la festa congiunta dei tre gruppi alpini di Vione, Cané e Stadolina, caldeggiata dal presidente sezionale Giacomo Cappellini che aveva proposto l’accorpamento delle feste dei Gruppi più piccoli per dare più significato agli eventi.

     

    E i tre Gruppi, tra i più attivi in Alta Valcamonica, con 110 alpini iscritti e una quarantina di aggregati, hanno subito raccolto il messaggio e con i capigruppo Luigi Sterli, Sandro Rivetta e Mirko Rossini hanno iniziato a dar vita ad una festa unitaria, con la complicità del parroco alpino don Ermanno Magnolini. Quest’anno è stato il gruppo di Stadolina che ha organizzato la kermesse iniziata con la classica cena alpina e musica presso la struttura del campo sportivo di Stadolina.

    La domenica ammassamento e sfilata per le vie del paese, con i vessilli delle sezioni Vallecamonica (con il presidente Giacomo Cappellini, il suo vice Armando Poli, accompagnati da numerosi consiglieri sezionali) e della sezione Cremona con il presidente Carlo Fracassi, 43 gagliardetti, il sindaco e gli assessori, i labari di numerose associazioni locali, il Corpo Musicale di Vezza d’Oglio “G.B. Occhi”.

    Il corteo ha sostato due volte per la deposizione e la benedizione di un serto di fiori al monumento che ricorda tutti i medici, sanitari e infermieri che operavano nell’ospedale da campo della Prima Guerra Mondiale di Stadolina e per deporre una corona di alloro al monumento ai Caduti e Dispersi, nel cortile delle scuole elementari, per poi giungere alla Santellina di “Valar”, dedicata alla Madonna di Lourdes, dove è iniziata la celebrazione della Messa, da parte del parroco alpino don Ermanno, accompagnata dal coro ANA di Cremona e conclusasi con la benedizione del nuovo gagliardetto del Gruppo.

    La festa è proseguita con il rancio alpino, durante il quale è arrivata la notizia della morte in un incidente stradale di due ragazzi del paese, Andrea Rossi e Matteo Balzarini. Sono state così annullate in segno di lutto tutte le altre manifestazioni in programma.