Un pensiero da condividere

    0
    87

    A volte le cose non accadono “per caso” ma rappresentano il compiersi, nel tempo, di un preciso disegno. “Per caso” ho seguito la diretta Rai della vostra Adunata a Rimini ed è stato bellissimo e, non mi vergogno a dirlo, mi sono commosso e mi sono chiesto: perché la bellezza commuove? Perché ti interroga e fa uscire fuori l’umanità che c’è in te. Grazie. Noi, delle nuove generazioni che per grazia non abbiamo conosciuto la guerra, vi ringraziamo e vi rendiamo onore perché è grazie ai vostri sacrifici che noi abbiamo potuto vivere liberi, lavorare, mettere su famiglia. Io sono stato, lo scorso agosto, al ghiacciaio dei Forni per monitorare il ghiacciaio ed il gestore del rifugio ci diceva che lì si era combattuto aspramente per difendere la nostra Patria e mentre lavoravo mi venivano in mente, vedendo quegli scenari, angosce, paure, desideri dei soldati che loro malgrado hanno risposto: “Sì, presenti!”. Questo pensiero l’ho scritto ma l’avevo tenuto per me, ora credo sia giunto il momento di condividerlo.

    Claudio Pergolini, Fossombrone (Pesaro e Urbino)

    Sul tema delle presunte o vere molestie sono arrivate moltissime lettere. Non possiamo pubblicarle per ovvie ragioni di spazio ma ringrazio tutti coloro che le hanno inviate, per la loro sensibilità.