TREVISO – In 1.600 al Sacrario di Fagarè

    0
    6

    Il 4 Novembre si è celebrata la Giornata dell’Unità nazionale e delle Forze Armate al Sacrario di Fagarè della Battaglia (Treviso). Alberto Cappelletto, sindaco di San Biagio di Callalta, comune in cui sorge il monumento, si è fatto carico dell’organizzazione ospitando oltre 1.600 studenti che hanno partecipato con entusiasmo a questo importante momento di vita legata alla storia del nostro Paese. 

     

    Il regista principale di questo avvenimento è stato l’insegnante della scuola media di Breda di Piave, Alfonso Beninato, scrittore e appassionato ricercatore degli avvenimenti della Grande Guerra nel nostro territorio. Una cornice unica per i 1.600 ragazzi delle scuole che hanno voluto rendere omaggio ai 10.543 Caduti del fiume Sacro alla Patria, il Piave, e approfondire la storia della Grande Guerra.

    Alla giornata hanno partecipato i sindaci e gli Istituti compressivi di San Biagio di Callalta, Breda di Piave, Maserada sul Piave, Salgareda, Zenson di Piave, Ponte di Piave, Motta di Livenza, Gorgo al Monticano, Oderzo, Ormelle, Cimadolmo e Spresiano con l’orchestra dell’istituto composta da 40 alunni. La cerimonia è stata animata dagli studenti che alla fine, dopo gli interventi delle autorità, hanno letto alcuni messaggi legati a dei palloncini tricolori che sono stati liberati in cielo tra gli applausi di tutti.

    Quindici gonfaloni in rappresentanza dei Comuni, il nostro vessillo sezionale scortato dal Presidente Raffaele Panno, 22 gagliardetti dei Gruppi della zona e numerosi alpini hanno fatto da cornice alla cerimonia. Partecipazione e commozione dei giovani e dei meno giovani nel ricordo dei tanti soldati caduti. E un segno augurale di pace per i popoli.

    Danilo Rizzetto