TREVISO – I cent’anni di Cornuda

    0
    80

    Il Gruppo di Cornuda, costituitosi nel 1922 e dapprima inquadrato nella Sezione di Feltre, nel 1930 divenne Sezione autonoma con 13 Gruppi. Nel 1956, assieme ai Gruppi dipendenti, si fuse nella Sezione di Treviso. I festeggiamenti della tre giorni organizzata per celebrare il secolo di fondazione, si sono aperti con uno spettacolo del gruppo “Gli Sgrafalopa” che, attraverso la proiezione di immagini e brani musicali, ha voluto ricordare la tragica campagna di Russia.

    La sera seguente è stata dedicata alla presentazione del libro “Cento anni di storia – fatti e presenze, non parole”. Una pubblicazione, curata da Bruno Commazzetto, in cui sono state selezionate e pubblicate 500 fotografie, molte delle quali realizzate e raccolte dal compianto socio Andrea Barzan; Luciano D’Andrea e Giuseppe Fasan hanno curato la ricerca storica. Nel libro emergono, innanzitutto, i fatti: correva l’anno 1923, da poco la Grande Guerra era terminata e il neonato Gruppo di Cornuda, assieme all’Associazione combattenti e reduci, fu in prima fila per ricordare degnamente i propri compagni caduti.

    La scelta di questo ricordo dei Caduti non poteva essere migliore: la costruzione di un asilo infantile “In memoria dei cornudesi Caduti nella guerra 1915-1918”. Possiamo dire che gli alpini cornudesi “onorarono i loro morti aiutando i vivi”, specie i più piccoli, molti dei quali erano orfani del padre da poco caduto, profetizzando così uno slogan che sarebbe stato coniato molti anni dopo. Il culmine dell’importante commemorazione è avvenuto con la cerimonia ufficiale dei cento anni. Dopo l’ammassamento il corteo ha iniziato a sfilare, accompagnato dalla storica banda musicale di Maser, per giungere davanti al municipio.

    Sulle note della Filarmonia Cornudese, si è tenuto l’alzabandiera, alla presenza del sindaco, del vessillo sezionale scortato dal presidente Marco Piovesan, dei vessilli delle Sezioni di Valdobbiadene, Feltre e Vittorio Veneto, di una sessantina di gagliardetti e da una numerosa folla, è stata deposta una corona d’alloro ai Caduti. Nella chiesa arcipretale, prima della Messa, è stato benedetto il nuovo gagliardetto. La sfilata ha quindi raggiunto la sede del Gruppo per gli interventi delle autorità e per la donazione agli ospiti del nuovo guidoncino e del libro del centenario, acquistabile facendo un’offerta e ordinandolo all’indirizzo cornuda.treviso@ana.it.

    Renzo Toffoli