TORINO Il contributo degli alpini al Paralympic Day

    0
    39

    Si è svolta a Torino la quarta edizione del Paralympic Day, vetrina dello sport per i disabili, che ha attirato 25.000 spettatori nel cuore della città ed anche quest’anno decine di volontari della sezione di Torino sono stati impegnati nel montaggio dei vari campi di gara nella centralissima piazza Castello ed in via Roma. La festa dello sport paralimpico è iniziata nel pomeriggio del 1º giugno, ai Murazzi lungo il Po, dove sono state presentate alcune nuove imbarcazioni che verranno utilizzate dagli atleti disabili in occasione dei prossimi mondiali assoluti in Giappone.

    In serata la fanfara Montenero della sezione A.N.A. di Torino si è esibita in un applauditissimo concerto. La mattina del 2 giugno, alzabandiera in piazza Palazzo, cui hanno partecipato le massime autorità civili e militari, mentre il Paralympic Day è stato avviato dalla passeggiata non competitiva Sportici e si è chiusa con la grande sfida tra i campionissimi del salto in lungo. È stato un Paralympic Day da record con la migliore prestazione mondiale nel salto in lungo per atleti amputati (7 metri netti, purtroppo non omologabile), ottenuta dall'americano Marlon Shirley, che alle Paralimpiadi di Atene 2004 fu medaglia di bronzo, dietro allo svizzero Urs Kolly e all'alessandrino Roberto La Barbera (atleta di punta della nazionale paralimpica, secondo sia ad Atene sia a Torino).

    La collaborazione della sezione A.N.A. di Torino con la Federazione Italiana Sport Disabili era iniziata nel novembre 2001, in occasione della 7ª edizione di Ability , il salone del sociale che si svolge ogni anno al centro fiere di Lingotto. L’11 e 12 gennaio 2002 gli alpini erano nuovamente in scena, questa volta a Sestriere, fornendo supporto logistico e assistenza in occasione della prova di Coppa Europa di sci per disabili. Il prossimo appuntamento degli alpini è per le Paralimpiadi invernali che si svolgeranno a Torino nel 2006 e per le quali hanno già dato la disponibilità 400 penne nere della sezione. (f.s.)