Teresio Olivelli

    0
    5

    Fa piacere a noi alpini ex combattenti vedere e leggere l’attaccamento al Corpo alpino. In occasione di manifestazioni dell’ANA in Langa è stata letta la preghiera del tenente degli alpini Teresio Olivelli, medaglia d’Oro al V.M.: è molto piaciuta anche alle nostre mogli e ai nostri figli.

    Giovanni Negro Mango (CN)

    La figura del tenente degli alpini Teresio Olivelli occupa un posto di primaria grandezza nel nostro albo d’onore perché fu un soldato coraggioso, animato da una eccezionale nobiltà di sentimenti. Medaglia d’Oro al valore militare, brillante accademico, campagna di Russia, dopo l’8 settembre catturato dai Tedeschi riesce a fuggire e s’impegna nella Resistenza con le Fiamme Verdi. Nuovamente catturato finisce la sua esistenza in un lager, dove dedica tutte le sue energie ai compagni di prigionia. La Preghiera del Ribelle è un esempio di impegno civile, di dirittura morale, di fede, di attaccamento alla famiglia e di ammirevole condivisione delle sofferenze di chi ha patito i drammi della guerra. Non sorprende quindi che sia stata apprezzata da chi vi accompagnava alla cerimonia in Langa.