Sci di fondo: il campione Luca Bortot

    0
    90

    La sezione di Modena, nell’ambito delle manifestazioni per il suo 85º anniversario di fondazione, ha organizzato la 72ª edizione dei campionati nazionali di sci di fondo. L’evento si è svolto il 10 e 11 febbraio a Frassinoro e Piandelagotti, località appenniniche modenesi situate nell’alta valle del Dragone. La sezione di Modena, il gruppo di Frassinoro e di Piandelagotti e gli altri gruppi della Val Dragone (Montefiorino, Boccassuolo e Prignano) non hanno lesinato impegno, lavoro e zelo per poter offrire agli atleti piste degne della grande storia e tradizione del locale sci club nel ricordo di un grande atleta e grande alpino, il pluricampione di fondo Tonino Biondini, prematuramente andato avanti.

    Domenica 11 febbraio a Piandelagotti, in località Boscoreale, una giornata sottozero e con vento gelido ha aperto le gare. Protagonista e campione nazionale 2007 di sci di fondo è risultato Luca Bortot, della sezione di Lecco, secondo Antonio Baù (sezione di Asiago), seguito da Andrea Stella (sezione di Biella). Pur non essendoci nessun atleta bergamasco nei primi tre classificati la sezione di Bergamo si è imposta in classifica generale, vincendo il Trofeo col. Renzo Tardiani e la gara sezionale Trofeo memorial alpino Tonino Biondini .

    Nel primo pomeriggio si sono svolte le premiazioni. Erano presenti il vicepresidente nazionale Attilio Martini, il presidente della Commissione Sportiva Nazionale Antonio Cason con i consiglieri nazionali Silvio Botter e Alfredo Nebiolo, il sindaco alpino del comune di Frassinoro Elio Pierazzi e il presidente dell’amministrazione provinciale di Modena, Emilio Sabbatici. L’apertura della manifestazione era iniziata già sabato con l’alzabandiera e gli onori ai Caduti presso il monumento di Frassinoro.

    Erano presenti tutti i 42 gagliardetti dei gruppi della sezione di Modena, i vessilli delle sezioni di Pisa Lucca Livorno, di Reggio Emilia, Parma, Milano, Bergamo, Brescia, Luino, Vallecamonica, Cuneo, Tirano, Domodossola, Como, Cadore, Vicenza, Belluno, Trento, Asiago, Biella, Feltre, Carnica, Aosta, Gorizia, Pordenone, Treviso, Ivrea, Lecco, Udine, Varese, Verona e dell’Abruzzo. Poi il parroco don Luca ha officiato la S. Messa nella millenaria chiesa abbaziale di Frassinoro.

    Quindi gli interventi delle autorità, preceduti dalla lettura del telegramma di saluto inviato dal presidente del Senato, l’alpino Franco Marini. Dopo la S. Messa è iniziata la festa nella piazza di Frassinoro con assaggi delle specialità gastronomiche dell’Appennino modenese, offerte dalla sezione di Modena. I cori alpini ‘La Secchia’ e ‘Le voci del Pelago’ hanno dato il meglio di sé e la conclusione del concerto con l’esecuzione tutti insieme di ‘Signore delle cime’ è stata memorabile.

    I veri vincitori di questa due giorni sono stati gli alpini e tutti i partecipanti. Ma più di tutti la vera vincitrice è stata la sezione di Modena che, con i suoi gruppi di Frassinoro (su tutti i fratelli Tazzioli e Piandelagotti), gli altri gruppi della Val Dragone e il nucleo di Protezione civile sezionale, hanno messo in campo generosità e ottima capacità organizzativa.

    Luigi Curti

    QUESTE LE CLASSIFICHE

    • Seniores: 1º Luca Bortot (Lecco A.S.D.), 2º Antonio Baù (Asiago), 3º Andrea Stella (Biella);
    • Master A1: 1º Andrea Melesi (Lecco A.S.D.), 2º Eudio De Col (Belluno), 3º Corrado Pirola (Bergamo);
    • Master A2: 1º Stefano De Martin Pinter (Cadore), 2º Fabrizio Romanin (Carnica), 3º Valentino De Martin Bianco (Cadore);
    • Master A3: 1º Diego Magnabosco (Asiago), 2º Marcello Gionta (Trento), 3º Maurizio Mosconi (Bergamo);
    • Master A4: 1º Battista Rossi (Sondrio), 2º Bruno Luigi Savio (Belluno),
    • Master B1: 1º Alfredo Pasini (Bergamo), 2º Elso Viel (Belluno), 3º Ivo Andrich (Belluno);
    • Master B2: 1º Giuseppe Scandella Taddeo (Lecco A.S.D.), 2º Gervasio Puntel (Carnica), 3º Sergio Endrizzi (Trento);
    • Master B3: 1º Matteo Sonna (Trento), 2º Egidio Spreafico (Lecco A.S.D.), 3º Marco Carazzai (Feltre A.D.);
    • Master B4: 1º Valentino Stella (Aosta), 2º Lorenzo Locatelli (Bergamo), 3º Franco Gottardi (Trento);
    • Master B5: 1º Renato Rossi (Biella), 2º Gaetano Di Centa (Carnica), 3º Antonio Frescura (Cadore).