Relazione morale VITA ASSOCIATIVA

    0
    11

     

    VITA ASSOCIATIVA

    L’attivit dell’Associazione nel periodo in esame proseguita all’insegna della difesa dei valori della leva, ma soprattutto alla difesa dell’identit delle Truppe Alpine che ogni, giorno di pi, si pu vedere la loro progressiva trasformazione in truppe da montagna citt, in quanto l’addestramento specifico che dovrebbe essere preminente, viene al contrario sacrificato per altri fini.
    Ma Comitato di Presidenza e C.D.N. hanno affrontato altri problemi che esporr dopo aver esposto la nostra consistenza numerica al 31 dicembre 2001:
    associati ordinari: 325.676 delle 80 sezioni italiane; 3.591 delle 31 sezioni all’estero; per un totale di 329.267 associati con una diminuzione di 826 unit rispetto al 31 dicembre 2000;
    associati aggregati: 50.159 delle 80 sezioni italiane; 1.333 delle 31 sezioni all’estero; per un totale di 51.492 con un aumento di 3.313 iscritti (6,43 ) rispetto al 31 dicembre 2000.
    Globalmente l’Associazione si attesta su 380.759 associati con un aumento dello 0,9 rispetto al 31 dicembre 2000.
    Le Sezioni rimangono sempre 80 in Italia e 31 all’estero.
    I Gruppi sono invece 4.188 in Italia (6 in pi rispetto al 2000) e 119 all’estero di cui 5 autonomi.
    Come detto, nel corso dell’anno sono stati esaminati, tra gli altri, i seguenti problemi:
    prosecuzione del rinnovamento informatico e strutturale degli uffici della Sede Nazionale;
    integrazione delle deleghe per i centri di spesa e nomina dei responsabili;
    intervento a Zenica (Bosnia) per contribuire con uomini e circa 900 milioni al progetto Scuole per l’Europa;
    scelta della citt sede della 76 Adunata Nazionale del 2003, Aosta;
    partecipazione alla Giornata Nazionale della Colletta Alimentare;
    assegnazione di 1 milione, offerto dalla Societ di Mutuo Soccorso Alpini in Congedo di Torino, ad un Alpino della Sezione di Biella in condizioni di indigenza;
    modifiche al regolamento del Premio Fedelt alla Montagna;
    partecipazione alla Fondazione Caduti dell’Adamello;
    definizione del tema della 75 Adunata Nazionale di Catania;
    collaborazione con lo S.M.E. per il reclutamento dei VFA e gemellaggio tra le Sezioni ANA e i Reparti Alpini;
    donazione di un generatore di corrente ad un asilo di Valona retto da Madre Elisa Andreoli;
    proposta di modifica al regolamento borse di studio Franco Bertagnolli;
    zaini alpini per l’Africa in occasione dell’Adunata Nazionale di Genova;
    modifiche al regolamento premi di studio per figli di alpini delle Sezioni all’estero;
    manifestazione della solidariet a Milano;
    adesione al Comitato dell’Anno Internazionale delle Montagne;
    ANA, quale futuro?;
    eventuali proposte per l’inserimento dei soci aggregati negli organigrammi dell’Associazione;
    partecipazione alle celebrazioni del centenario della nascita di Don Gnocchi;
    definizioni argomenti da porre all’o.d.g. dell’incontro con i Presidenti di Sezione;
    nuovo sito ANA;
    partecipazione all’allestimento della mostra dell’U.N.I.R.R.a Milano;
    programma per il decennale dell’Asilo di Rossoch;
    decisioni conseguenti alla sentenza penale che ha condannato Mirolli alla pena di anni 1 e 2 mesi, nonch ad una multa di lire 1.400.000;
    adesione al disegno di legge presentato dal Sen. Manfredi relativo all’istituzione della Guardia Nazionale;
    decisione sul futuro del soggiorno alpino di Costalovara.