PORDENONE – Gemellaggio Toronto-Pordenone

    0
    50

    Quando un pensiero maturato quarant’anni viene finalmente concretizzato, si comprendono la volontà e l’importanza data a un gesto, che sa trasformare i chilometri in centimetri. Il 16 maggio scorso, a conclusione dell’Adunata di Udine, nella sede del Gruppo di Azzano Decimo, si è tenuto il gemellaggio tra le Sezioni di Toronto e Pordenone.

    Vi hanno preso parte il consigliere nazionale Romano Bottosso, prossimo a lasciare l’incarico, il successore Andrea Sgobbi, i presidenti della Sezione di Pordenone Ilario Merlin, di Toronto Gino Vatri e di Windsor Vittorino Morasset, il coordinatore delle Sezioni e dei Gruppi del Nord America Danilo Cal, con il gagliardetto del Gruppo autonomo di Vaughan, il sindaco alpino di Azzano Decimo Massimo Piccini e il padrone di casa, il capogruppo Sergio Populin.

    Numerosa la presenza di alpini che nel 2017 si erano recati in Canada per il convegno alpino del Nord America tenutosi a Windsor, felici di incontrare di nuovo una delegazione che li aveva ospitati e fatti sentire come a casa in quell’occasione. Dopo i ringraziamenti e i discorsi ufficiali, perlopiù incentrati su stima e affetto che uniscono gli alpini e su ricordi di naja, si è passati all’atto ufficiale delle firme: testimone il presidente Morasset, già gemellato con Pordenone all’Adunata 2014, amicizia e stima si sono trasformate in inchiostro, siglando così una volontà lunga 7mila chilometri.

    Alessandro Puppin