Piergiorgio Welby

    0
    66

    Laici e cattolici si sono indignati perché il vicariato di Roma non ha concesso le esequie religiose a Piergiorgio Welby. Si possono capire laici, atei e agnostici, che a digiuno di questioni dottrinali possono discettare senza particolare cognizione di causa, ma le obiezioni dei cattolici non sono giustificabili. Il Magistero afferma che un peccato mortale affinché sia considerato tale presuppone tre condizioni: materia grave, piena avvertenza e deliberato consenso. Nella fattispecie del caso Welby, tutti gli elementi erano presenti.

    Gianni Toffali Dossobuono (VR)

    Ho letto e riflettuto sulle tue considerazioni, ineccepibili sotto il profilo dell’insegnamento della Chiesa. Mi resta irrisolto il sentimento di angoscia per un’esperienza umana di grande drammaticità, per cui mi fermo, incapace di giudicare.