Partito per lo Sri Lanka il 5 turno di medici e paramedici del nostro ospedale da campo

    0
    58

    Il nuovo terremoto che ha provocato altre migliaia di vittime nel Sud est asiatico ha riproposto la tragedia dello tsunami che il 26 dicembre scorso ha colpito i Paesi che si affacciano sull’oceano Indiano ed in particolare lo Sri Lanka.

    A Kinniya, nel distretto di Trinkomalee, dai primi di gennaio è operativa una parte del nostro ospedale da campo con medici, infermieri professionali e tecnici che si danno il cambio ogni 25 giorni. Finora sono state migliaia le persone soccorse, dal momento che l’ospedale dell’ANA sostituisce in tutto e per tutto il vecchio ospedale, completamente distrutto dall’onda apocalittica, in attesa che divenga operativo l’ospedale nuovo che il governo italiano ha deciso di costruire. Proprio ai primi di questo mese ha lasciato l’Italia il personale del quinto turno. La loro è un’opera altamente umanitaria, che riscuote non soltanto il plauso delle autorità locali ma anche , e soprattutto, la riconoscenza della popolazione così duramente colpita.