Il giardino della memoria di Canale d'Agordo

    0
    12

    E’ un giardino della memoria quello creato da Giovanni Fontanive a Canale d’Agordo (Belluno), un’opera costruita due anni fa ma la cui idea è maturata molto tempo prima, quando era bambino e vedeva sulle scale di casa qualche alpino del battaglione Val Cismon , in partenza per la Russia, che cercava qualcosa da mangiare per aumentare il frugale rancio militare.

    Dopo svariati pellegrinaggi in Russia, sui teatri delle tragedie che videro molti di quegli alpini non tornare, Fontanive decise di creare un monumento giardino in loro memoria.
    E’ così che nel centro storico di Canale d’Agordo, su un terreno di sua proprietà, con l’aiuto di qualche volontario, ha eretto un percorso in scala della memoria: del fiume Don da Pavlosk a Serafimovic e del ripiegamento del Corpo d’Armata alpino da Nova Kalitva a Nikolajewka, il tutto completato da targhe e opere bronzee alcune delle quali sono state create dall’artista Massimo Facchin.

    Per coloro che volessero visitare il giardino, l’ingresso è gratuito. (m.m.)