PADOVA – In prima linea

    0
    9

    Durante il periodo del Coronavirus, oltre al Gruppo di Teolo/Vo’ sulle “barricate” 24 ore su 24, molti sono stati i Gruppi della Sezione impegnati in attività richieste da varie amministrazioni comunali. Il 31 marzo alle 12, molti Gruppi si sono ritrovati davanti ai municipi per il minuto di silenzio dedicato alle vittime della pandemia. Dove ciò non è stato possibile, gli alpini singolarmente si sono messi sull’attenti davanti al Tricolore esposto nelle loro case. Gli alpini di Ponte San Nicolò d’intesa con l’amministrazione comunale e con la Pc hanno provveduto alla consegna a domicilio di generi alimentari, di ricette e di farmaci.

    Il gruppo di Sant’Andrea Campodarsego, in collaborazione con la Pc Ana della Sezione di Padova, ha partecipato alla distribuzione di mascherine nel Comune di Campodarsego. Anche gli alpini di Monselice sono stati impegnati con la Protezione Civile per la distribuzione delle mascherine di protezione nella propria città.

    Il Gruppo di Terme Euganee non ha portato nelle case solo una mascherina ma anche speranza, conforto e a volte un po’ di allegria. Sono giorni che difficilmente si dimenticheranno: gli sguardi di speranza da dietro le finestre, i timidi saluti dei bambini e i numerosi e infiniti “grazie”. Anche il Gruppo di Este ha contribuito alla distribuzione di pacchi viveri della Caritas a famiglie bisognose e a confezionare e distribuire, con la Protezione Civile, le mascherine. Sono stati inoltre raccolti generi alimentari per famiglie in Cittadella ha superato i 40 interventi legati al Coronavirus.

    Il sindaco chiama e gli alpini del Gruppo di Villa del Conte rispondono, armati di mascherina e guanti: consegna mascherine casa per casa, uova di Pasqua ai bambini, consegna di alimentari a famiglie, e soprattutto servizio di controllo all’entrata dei tre supermercati del paese, in tutti i fine settimana. Dall’inizio di maggio ad oggi i Gruppi di Padova Arcella e Padova Sud hanno cominciato la collaborazione con i Comuni per la sorveglianza di alcuni parchi pubblici (Parco degli Alpini, Morandi e Iris). Piove di Sacco ha fornito assistenza logistica per ingresso e uscita durante le Messe al Duomo, in alcuni fine settimana. Sempre in prima linea.