Ottomila penne nere a Verbania, nell'85 della Sezione

    0
    223

    Oltre ventimila presenze a Verbania e la sfilata di circa 8000 alpini, sono i numeri che domenica 24 settembre hanno gratificato le penne nere della sezione di Intra, coronando il loro impegno nell’organizzazione del 9º raduno del 1º Raggruppamento svoltosi nell’85º anniversario della Sezione (la seconda, come anzianità) ed in onore del glorioso battaglione Intra , composto interamente dai giovani delle vallate lacustri, dal Cusio all’Ossola, dal Verbano al Luinese, al Varesotto.

    Nato nel 1909, il battaglione fu impegnato fin dall’inizio della Grande Guerra sul fronte orientale; le sue vicende proseguirono durante la 2ª grande guerra sui fronti africano e balcanico. Ovunque il battaglione compì imprese degne di decorazioni, encomi solenni e ammirazione del nemico. Fu sciolto nell’ottobre 1943.

    Le celebrazioni sono iniziate nel pomeriggio di venerdì 22 settembre con l’inaugurazione da parte del sindaco di Verbania Claudio Zanotti della mostra storico fotografica sul glorioso battaglione Alpini Intra , e sono continuate con la cerimonia dell’alzabandiera al monumento ai Caduti. A sera, una suggestiva fiaccolata partendo dalla riva del lago ha attraversato i paesi del circondario fino a raggiungere la Colletta di Pala, luogo sacro per gli alpini della sezione che vi hanno eretto il monumento per ricordare i 700 Caduti del loro battaglione. Ha concluso la prima serata l’esibizione di cori, ospitati nelle varie chiese.

    Sabato mattina è trascorso con la riunione dei presidenti delle 25 sezioni del Raggruppamento; nel pomeriggio, dopo la S. Messa a suffragio dei Caduti celebrata nella basilica di San Vittore, gli alpini in sfilata hanno raggiunto piazzale Flaim, pro L’inaugurazione del monumento All’alpino mai tornato . spiciente il lago, per l’inaugurazione del monumento All’Alpino mai tornato ; madrina della cerimonia la vedova di Emilio Carganico, il presidente della sezione recentemente scomparso, ideatore del monumento.

    Il suo sogno si è infine avverato. Tra la commozione di tutti, il nostro presidente nazionale Corrado Perona ha ricordato gli 85 anni di fondazione della sezione, seconda in Italia, e ne ha elogiato gli alpini. Il sindaco di Verbania (sempre presente alle nostre manifestazioni) ha ricordato Emilio Carganico, l’entusiasmo che trasmetteva anche a lui, non alpino, e il giorno in cui, dopo l’elezione a sindaco, gli fece visita dicendo: Signor sindaco, quando avrà bisogno, gli alpini di Intra ci saranno . La seconda giornata si è conclusa con un concerto della fanfara alpina Ossolana e del coro ANA di Torino.

    Domenica mattina la sfilata con la partecipazione anche di altre sei sezioni extra raggruppamento delle fanfare ma, soprattutto dei reduci del battaglione Intra, coperti di applausi, di riconoscenza e di rispetto. Gli alpini hanno portato su un cuscino il cappello di Carganico e la Medaglia d’Oro al Valor Militare della sezione di Attilio Bagnolini, caduto in Etiopia nel 1936. I più entusiasti erano gli alunni delle scuole elementari che tra il tripudio di tutti, hanno intonato l’Inno di Mameli sventolando bandierine tricolori. Migliaia di cittadini hanno fatto ala lungo tutto il percorso applaudendo al passaggio delle penne nere.

    L’ammainabandiera, alle 17 di domenica, ha chiuso la tre giorni celebrativa del raduno e dell’85º anniversario di fondazione della Sezione: 85 anni degnamente trascorsi nell’impegno, nel lavoro, nella solidarietà.