Nuove baite alpine

    0
    158

    PORDENONE CENTRO
    Gli alpini di Pordenone Centro con il capogruppo Bruno Moro, si sono fatti il pi bel
    regalo per il 30 anniversario: la nuova baita alpina, costruita in soli 12 mesi.
    All’inaugurazione erano presenti i rappresentanti dei gruppi del Friuli, l’ex vicepresidente nazionale Valerio Cieri, il vicepresidente sezionale Gianni Antoniutti e numerose autorit civili e militari.




    PEZZO (SEZIONE VALCAMONICA)
    Il gruppo di Pezzo, guidato da Roberto Cenini, ha inaugurato la nuova sede in occasione della festa per il 70 anniversario di fondazione.
    Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco di Ponte di Legno Mario Toselli, il
    presidente sezionale Gianni De Giuli e il vicepresidente Ferruccio Minelli.
    Una curiosit: la nuova sede ospita un piccolo museo che raccoglie armi e materiali della prima guerra mondiale, recuperati dalle vicine trincee del Montozzo.




    PRATO CARNICO (SEZIONE CARNICA)
    Dopo tre anni di lavoro il gruppo di Val Pesarina, guidato da Claudio Stefani, ha ultimato la costruzione della sede sociale a Prato Carnico.
    La nuova baita alpina stata costruita su una superficie di 80 mq. E’ stata un’opera di volontariato che ha visto la partecipazione di tutta la comunit: dalle squadre di penne nere e di amici degli alpini che si sono alternate ogni fine settimana, all’appoggio dell’amministrazione comunale e degli artigiani e imprenditori della zona. All’inaugurazione erano presenti il consigliere nazionale
    Dante Soravito De Franceschi, i vessilli delle sezioni Carnica e di Trieste, il presidente sezionale Pietro Saldari, il sindaco Gino Rinaldi e il presidente del Consiglio provinciale Fabio D’Andrea. La benedizione della sede stata impartita da don Guerrino Marta, cappellano capo della brigata Julia.


    ISOLA DELLA SCALA (SEZIONE VERONA)
    Sono alcuni dei 130 alpini del gruppo di Isola della Scala, guidato da 30 anni da Angelo Gozzi, fotografati davanti alla nuova sede, inaugurata nel giorno del 65 anniversario di fondazione.
    La nuova baita stata costruita nelle adiacenze della chiesetta della Formiga su progetto dell’alpino Emanuele Di Pietro.
    Nel giorno della festa per l’inaugurazione, nei locali della sede stata ospitata una mostra fotografica con le belle immagini di alpini scattate da Alberto Ferrarini. Il nastro stato tagliato da Massimo Brugnettini, il vicesindaco della
    precedente amministrazione che ha sostenuto con entusiasmo il progetto delle penne nere.