La Julia assume il comando

    0
    41

    Presso la base di Camp Arena, a Herat, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento tra la brigata bersaglieri Garibaldi e la brigata alpina Julia alla guida del “Train Advise Assist Command West”, il comando Nato multinazionale e interforze a guida italiana che opera nella regione Ovest dell’Afghanistan, nell’ambito della missione “Resolute Support”. Il gen. B. Maurizio Angelo Scardino ha ceduto il comando al parigrado Michele Risi alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, gen. Claudio Graziano, del comandante delle Forze Nato in Afghanistan, gen. John F. Campbell, dell’ambasciatore italiano a Kabul Luciano Pezzotti e delle massime autorità civili e militari afgane della provincia di Herat.

     

    «Gli ultimi anni sono stati centrali per questo Paese – ha sottolineato nel suo intervento il gen. Graziano – con importanti miglioramenti in tutti i settori, politico economico e sociale». Il Capo di Smd ha inoltre aggiunto che «il fatto che la nuova missione Resolute Support sia definita non combat non significa che non vi siano più rischi specialmente in considerazione del fatto che la minaccia del terrorismo e l’estremismo è cresciuta a livello globale». I generali Graziano, Campbell e Scardino hanno deposto una corona in omaggio ai 54 Caduti italiani e a quanti, afgani e appartenenti alle forze della coalizione, sono morti per la libertà e la prosperità dell’Afghanistan.