La colonia San Marco torna a vivere

    0
    107

    In una posizione splendida la Casa Colonia San Marco, di proprietà del Comune di Venezia, domina la sottostante Pedavena. Nella frazione di Norcen una frazione del comune di Pedavena, in provincia di Belluno fin dai primi anni del Novecento andavano a cambiar aria i bambini di Venezia: oggi diremmo da quota zero a mille metri… Il Comune di Venezia, dopo alcuni anni di inutilizzo aveva preso in considerazione l’opportunità di vendere questa proprietà, affidando il compito a un funzionario dell’ufficio amministrativo, Tiziano Vanin. Ma anziché venderlo, Vanin, alpino anche lui, ha pensato che sarebbe stato meglio ristrutturarlo, ed usarlo per attività connesse alla montagna, non esclusi gli alpini.

    Così, dopo un primo stanziamento del Comune di Venezia, sono iniziati i lavori ed il primo lotto è stato già portato a termine. Un anno fa gli alpini della Protezione civile della sezione di Feltre hanno fatto una esercitazione alpinistica. L’inaugurazione ufficiale della prima parte della ristrutturazione è avvenuta alla presenza del sindaco di Venezia Massimo Cacciari e gran parte del consiglio comunale, con il suo presidente Boraso e i consiglieri nazionali Franco Munarini e Onorio Miotto. Oltre al presidente della sezione di Feltre Renzo Centa e di Venezia Rocco Lombardo erano presenti i rappresentanti della Provincia di Belluno e della Provincia di Treviso.

    La cerimonia si è svolta sul prato del bel cortile della colonia, perfettamente rasato dai volontari alpini della sezione di Feltre. La colonia, una volta conclusi i lavori, si presterà sicuramente a forme di utilizzo che potrebbero interessare anche l’ANA, trattandosi di una struttura che ben si presta all’accoglienza di gruppi di lavoro, incontri e seminari, capace di accogliere anche molte persone.

    Pubblicato sul numero di febbraio 2010 de L’Alpino.