IVREA – Per il Val d’Orco e il Monte Levanna

    0
    12

    Articolo di tipo Le Nostre Sezioni pubblicato nel numero di Gennaio 2019 dell’Alpino

    Due eventi a distanza di un mese per celebrare due Battaglioni alpini che hanno preso il nome da una vallata (Val d’Orco) e da una montagna (Monte Levanna), situati nella zona nell’Alto Canavese e in gran parte comprese nel Parco nazionale del Gran Paradiso.

    Le inaugurazioni sono avvenute a Noasca e a Ceresole Reale, facendo seguito a un’idea lanciata dall’appassionato di storia locale Serafino Anzola, che proponeva di ricordare i due Battaglioni proprio nei luoghi da cui hanno preso il nome, visto che di loro c’è già memoria nelle località in cui hanno combattuto durante la Grande Guerra.

    Il progetto è stato portato avanti dalla Sezione di Ivrea e dal Gruppo Noasca-Ceresole Reale e realizzato con l’appoggio delle due amministrazioni comunali. Per la cronaca il Val d’Orco e il Monte Levanna furono costituiti tra il febbraio 1915 e l’aprile 1916 per affrontare le difficoltà belliche imposte dalla migliore organizzazione delle truppe austroungariche. Parteciparono a diverse battaglie lasciando sul terreno, alla fine della guerra, 729 caduti il Val d’Orco e 1694 il Monte Levanna. Finita la guerra i due Battaglioni vengono sciolti nel 1919: a metà febbraio il Val d’Orco e il 5 maggio il Monte Levanna.

    Il Val d’Orco venne ricostituito allo scoppio della Seconda guerra mondiale e definitivamente sciolto dopo l’armistizio dell’8 Settembre 1943; il Monte Levanna venne ricostituito nel 1921 e sciolto definitivamente nel 1926. In ricordo dei due Battaglioni sono state realizzate due opere sulla roccia, a significare il legame tra alpini e montagna e la solidità delle penne nere di fronte al nemico.

    Paolo Querio