In breve

    0
    46

    Notizie in breve.

    • Il Gazzettino riprende le pagine sulle sezioni Belluno, Feltre e Cadore Il quotidiano Il Gazzettino ha ripreso la pubblicazione di una pagina settimanale dedicata alle attività delle Sezioni di Belluno, Feltre e Cadore. La rubrica uscirà il mercoledì, nell’edizione di Belluno del quotidiano. Tra alpini e giornale un patto che si rinnova , scrive il capocronista Tiziano Graziottin. Da parte nostra, segnaliamo con piacere questa iniziativa che vede la collaborazione delle sezioni interessate.
    • Mini ospedale dal Friuli al Pakistan Un container attrezzato per la gestione di una sala operatoria pediatrica e uno con le strutture di degenza in aggiunta a vario materiale logistico, sono stati donati alla Mezzaluna Rossa (l’equivalente della nostra Croce Rossa) della regione pakistana del Kashmire. L’iniziativa ha coinvolto gli alpini delle sezioni friulane, la Protezione civile, la SPES, la Croce Rossa e la Provincia di Udine.
    • Un bel gemellaggio Gemellaggio con scambio di gagliardetti e doni tra il gruppo ANA di Loria (sezione di Treviso) e la sezione provinciale di Bolzano dell’ANSI (Associazione Nazionale Sottufficiali d’Italia). L’incontro è stato organizzato dall’alpino Giuseppe Altieri, socio di entrambi i sodalizi.
    • DNA alpino Al sergente Davide Prestini, rientrato dall’Afghanistan e in partenza per il Libano, il presidente della Sezione di Brescia Davide Forlani ha donato il libro DNA alpino , raccolta di storie della Smalp. Davide è figlio di Giovanni Prestini, del 27º corso AUC di Aosta. Nella foto, da sinistra, Forlani, il sergente Prestini e i vice presidenti di Brescia Gian Battista Turrini e Daniele Barbieri.
    • Francobollo australiano sugli alpini Un francobollo australiano del valore di 50 centesimi (30 centesimi di euro) è stato dedicato al gruppo alpini di Castions, sezione di Pordenone. Il merito va a Pasqualino Jus, vice presidente della sezione ANA di Sidney, emigrato da 40 anni ma ancora socio del gruppo. Sul francobollo, accanto al disegno dell’Australia, le cinque stelle degli altrettanti Stati che la compongono, la bandiera italiana, il logo ANA, il cappello alpino e il campanile di Castions con il nome del gruppo.
    • 4 Novembre a Neive (Cuneo) A Neive la celebrazione del 4 Novembre è stata tenuta dal sindaco Pier Luigi Ferro, figlio di un ex deportato. La cerimonia, ha visto una massiccia presenza di alpini del gruppo. È stata poi celebrata una S. Messa al termine della quale è stata letta una preghiera di Teresio Olivelli, beatificato da Papa Giovanni Paolo II.
    • A Innsbruck cerimonie in ricordo dei Caduti di tutte le guerre Su invito della Croce Nera del Tirolo e del Comando dell’esercito austriaco in Tirolo, una folta delegazione di alpini trentini, accompagnati dai consiglieri sezionali De Maria, Bernardelli, Tomasi e Carretta, con il vessillo sezionale, ha partecipato a Innsbruck alle cerimonie in ricordo dei Caduti di guerra e delle vittime civili. Presenti anche rappresentanze di Germania, Russia e Ucraina.